Contrasto al gioco d'azzardo patologico - Comune di Santena

Sei in Home » Servizi » Servizi al Cittadino e alle Imprese » Attività economiche » Contrasto al gioco d'azzardo patologico

Contrasto al gioco d'azzardo patologico

Prevenzione e contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico

Come noto la Legge Regionale n. 9 del 2 maggio 2016 “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico”, ha previsto interventi finalizzati a prevenire il gioco d’azzardo patologico (GAP) e a tutelare le fasce più deboli e maggiormente vulnerabili della popolazione.
In particolare l ’art. 5 della predetta Legge Regionale ha introdotto divieti e limitazioni alla collocazione di nuovi apparecchi per il gioco lecito che potrebbero interessare l’attività da Lei esercitata:

“Art. 5 Collocazione degli apparecchi per il gioco lecito
1. Per tutelare determinate categorie di soggetti maggiormente vulnerabili e per prevenire il disturbo da gioco, è vietata la collocazione di apparecchi per il gioco di cui all’articolo 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 in locali che si trovano ad una distanza, misurata in base al percorso pedonale più breve, non inferiore a trecento metri per i comuni con popolazione fino a cinquemila abitanti e non inferiore a cinquecento metri per i comuni con popolazione superiore a cinquemila abitanti da:
a) istituti scolastici di ogni ordine e grado;
b) centri di formazione per giovani e adulti;
c) luoghi di culto;
d) impianti sportivi;
e) ospedali, strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario;
f) strutture ricettive per categorie protette, luoghi di aggregazione giovanile ed oratori;
g) istituti di credito e sportelli bancomat;
h) esercizi di compravendita di oggetti preziosi ed oro usati;
i) movicentro e stazioni ferroviarie.
2. I comuni possono individuare altri luoghi sensibili in cui si applicano le disposizioni di cui al comma 1, tenuto conto dell’impatto degli insediamenti sul contesto e sulla sicurezza urbana, nonché dei problemi connessi con la viabilità, l’inquinamento acustico ed il disturbo della quiete pubblica.
3. Le vetrine dei locali in cui sono installati apparecchi per il gioco di cui all’articolo 110, commi 6 e 7 del r.d. 773/1931 non devono essere oscurate con pellicole, tende, manifesti o altro oggetto utile a limitare la visibilità dall’esterno.”
 
In esecuzione della Legge regionale, l’Amministrazione comunale di Santena ha ritenuto opportuno  approvato  la deliberazione della Giunta Comunale n. 14 del 31.01.2018,  al fine di  facilitare gli operatori economici nell’individuazione dei luoghi sensibili  e di agevolarli nel calcolo della  distanza entro cui  vige il divieto di collocazione degli apparecchi da gioco; la predetta deliberazione contiene, peraltro, anche le  indicazioni  operative fornite dalla Regione sull’esatta  metodologia di misurazione.
   
Partendo da tali presupposti, si è convenuto di consegnare a tutti gli operatori economici potenzialmente interessati dalla legge, una copia della deliberazione della Giunta comunale, precisando, tuttavia, come l’obbligo di rimuovere o di spegnere in attesa di rimuovere gli apparecchi da gioco collocati a meno di 500 metri dai luoghi sensibili, risulti vigente dalla data del 20 novembre 2017.

Infine, poiché l’articolo 10 della suddetta Legge regionale impone ai Comuni l’obbligo di effettuare le necessarie azioni di controllo e di verifica sull’esecuzione dei dettami ivi contenuti, si esortano i destinatari della presente ad una piena collaborazione al fine di prevenire l’insorgenza di spiacevoli contenziosi.  
                                                    
                                                                                                                      IL SINDACO
                                                                                                                       Ugo BALDI

Allegati

MATERIALE DISPONIBILE

Menù di navigazione

Come fare per